• Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…

Moses: un altro angelo in paradiso…

Ieri mattina il St. Jude ha celebrato il funerale di baby Mic Moses. Il piccolo Moses aveva compiuto da poco 7 mesi ed era un bimbo sorridente, sereno e socievole seppur la sua storia iniziò sul bordo di una strada. Era il 10 settembre quando Moses, su richiesta della polizia locale, fu accolto al St. Jude. Moses aveva solo un giorno di vita e pesava 1,78 kg. Fortunatamente l’appetito non gli mancava e ben presto iniziò a mettere su peso. Da una visita all’altra i medici segnavano solo che miglioramenti. Moses stava crescendo bene e non aveva nessuna delle patologie per cui era stato fatto lo screening! Da alcuni mesi un solo parametro non tornava: la concentrazione di emoglobina nel sangue, che era sotto i valori normali ma forse non al punto da richiedere una trasfusione. Tutto andava bene finché il pomeriggio di tre giorni fa Moses è stato portato d’urgenza in ospedale. Questa volta la concentrazione di emoglobina aveva raggiunto valori bassissimi. Moses aveva bisogno di altro sangue e al più presto! Allora il team medico iniziò a cercare vene in tutto il corpo per trasfonderlo, non smettendo mai di ventilare e rianimare quando era necessario. Dopo più di due ore di tentativi non c’è stato più nulla da fare, il cuore di Moses aveva smesso di battere. Nulla di tutto questo ci saremmo mai aspettati così all’improvviso. Una perdita drammatica di fronte alla quale vogliamo ricordare Mic Moses come un dono per tutti noi, come il suo stesso nome Acoli, Mic, significa. Per tutto il St. Jude, per tutta la comunità locale, per la coppia di amici spagnoli che avrebbe desiderato adottarlo e in particolare per la sua Mummy, che gli è stata vicino fino all’ultimo giorno, il cuore di Moses continuerà a battere.

Laura (3 maggio 2016)

“Welcome to St.Jude”

image1Ecco il risultato di un progetto a noi caro che, grazie alla collaborazione della Provincia di Trento e Aurora Vision, ora è disponibile su DVD per chiunque lo voglia ricevere con un’offerta minima di 5 euro + spese di spedizione.

25 minuti d’Africa che raccontano Fratel Elio, il St.Jude e i nostri progetti realizzati in questi anni.

Scriveteci all’indirizzo email volontariamostjude@gmail.com e ve lo faremo avere al più presto!

  • Grazie agli studenti del liceo La Rosa Bianca!
  • Grazie agli studenti del liceo La Rosa Bianca!
  • Grazie agli studenti del liceo La Rosa Bianca!
  • Grazie agli studenti del liceo La Rosa Bianca!
  • Grazie agli studenti del liceo La Rosa Bianca!
  • Grazie agli studenti del liceo La Rosa Bianca!

Grazie agli studenti del liceo La Rosa Bianca!

Giovedì 7 aprile la nostra associazione è stata invitata allo spettacolo del liceo La Rosa Bianca; un talent spettacolo messo in scena dai ragazzi che hanno voluto devolvere il ricavato ai bambini del St.Jude. Siamo stati davvero felici di poter partecipare e ancora una volta li ringraziamo per aver pensato a noi. Gli articoli usciti i giorni successivi sui giornali locali ribadiscono il successo di questa iniziativa. Grazie a tutta la cittadinanza che ha partecipato e agli studenti, veri protagonisti sul palco con i loro talenti.

Auguri Brother!

d 5200 018Auguri al nostro Brother Elio che il 3 aprile ha raggiunto i 70 anni!
Un padre, fratello, amico che in 45 anni d’Africa si è donato per i più poveri…un esempio per noi tutti che ha sempre lottato e faticato per raggiungere obiettivi che a molti sembravano irraggiungibili. Una guida per chi l’ha incontrato quando la strada sembrava persa. Nel suo silenzio abbiamo imparato ad ascoltarlo e a conoscerlo…sempre in prima linea e con lo sguardo nella direzione giusta…hai scovato gli ultimi dimenticati dalle tragedie umane regalandogli una nuova dignità e ti sei fatti carico della loro disperazione. Nel nostro piccolo ci siamo impegnati per camminare accanto a te e ai bambini del St.Jude…auguri Brother!

Inizia una nuova avventura…

Grazie a LAURA che ha donato 1000 euro alla nostra associazione raccolti all’aperitivo benefico di mercoledì 9 marzo! Ieri, insieme al nostro PAOLO, ha rimesso piede in terra africana per iniziare una nuova avventura…i bambini del St.Jude hanno bisogno di loro e di noi…forza ragazzi! Crediamo in voi e nel progetto che abbiamo costruito insieme!

Grazie Valdagno! 2700 euro raccolti!

Ci teniamo a fare il nome di tutti coloro che hanno partecipato alla cena solidale a Campotamaso lo scorso sabato, 5 marzo. Grazie alla Parrocchia, al Gruppo Alpini, alla Cooperazione Decentrata di Valdagno, alla zia Annalia e ai suoi amici infermieri e medici, agli amici di Alessio delle Ferrovie e Tramvie Vicentine, agli amici di Campotamaso, agli amici di Lucia e ex colleghi, alle famiglie di Lucia e Alessio sempre presenti, a Pacini Marco e Annamaria. Un grazie a tutti coloro che hanno cucinato, servito, aiutato, sbarazzato, organizzato e quindi…grazie alle amiche di Daniela, Elisa, Giovanna, Camilla, a Giorgia e a Davide al cuoco e allo staff in cucina: Gilberto e Monica, Carmelo e Tiziano, Ruggero e Mariateresa, Roberto e Annalisa, Mirco e Nadia, Antonietta, Ilaria, Matteo e Daniela e grazie ai nostri Alessio, Lucia e Paolo per aver organizzato una serata perfetta, di condivisione e amicizia, in famiglia (una grande famiglia di 130 persone) e di grande soddisfazione per i 2700 euro raccolti! APWOYO MATEK VALDAGNO!