• Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…
  • Moses: un altro angelo in paradiso…

Moses: un altro angelo in paradiso…

Ieri mattina il St. Jude ha celebrato il funerale di baby Mic Moses. Il piccolo Moses aveva compiuto da poco 7 mesi ed era un bimbo sorridente, sereno e socievole seppur la sua storia iniziò sul bordo di una strada. Era il 10 settembre quando Moses, su richiesta della polizia locale, fu accolto al St. Jude. Moses aveva solo un giorno di vita e pesava 1,78 kg. Fortunatamente l’appetito non gli mancava e ben presto iniziò a mettere su peso. Da una visita all’altra i medici segnavano solo che miglioramenti. Moses stava crescendo bene e non aveva nessuna delle patologie per cui era stato fatto lo screening! Da alcuni mesi un solo parametro non tornava: la concentrazione di emoglobina nel sangue, che era sotto i valori normali ma forse non al punto da richiedere una trasfusione. Tutto andava bene finché il pomeriggio di tre giorni fa Moses è stato portato d’urgenza in ospedale. Questa volta la concentrazione di emoglobina aveva raggiunto valori bassissimi. Moses aveva bisogno di altro sangue e al più presto! Allora il team medico iniziò a cercare vene in tutto il corpo per trasfonderlo, non smettendo mai di ventilare e rianimare quando era necessario. Dopo più di due ore di tentativi non c’è stato più nulla da fare, il cuore di Moses aveva smesso di battere. Nulla di tutto questo ci saremmo mai aspettati così all’improvviso. Una perdita drammatica di fronte alla quale vogliamo ricordare Mic Moses come un dono per tutti noi, come il suo stesso nome Acoli, Mic, significa. Per tutto il St. Jude, per tutta la comunità locale, per la coppia di amici spagnoli che avrebbe desiderato adottarlo e in particolare per la sua Mummy, che gli è stata vicino fino all’ultimo giorno, il cuore di Moses continuerà a battere.

Laura (3 maggio 2016)

CondividiShare on Facebook
Facebook
0Email this to someone
email
CondividiShare on Facebook
Facebook
0Email this to someone
email

About Silvia Morandini

Fondatrice associazione e volontaria